Sito Comune di Casazza (BG)

Agevolazioni per le ristrutturazioni

Pubblicata il 28/10/2016

Sfruttando l'opportunità introdotta dal D.L. n. 133/2014, convertito in L. 134/2014, che ha introdotto il c. 4bis nell’art. 17 del D.P.R. 380/2001, il Consiglio Comunale ha approvato le agevolazioni per gli interventi di densificazione edilizia, per la ristrutturazione, il recupero, il riuso degli immobili dismessi o in via  di dismissione.
La nuova norma infatti prevede che il contributo di costruzione possa essere ridotto in misura non inferiore al 20% rispetto a quello previsto per le nuove costruzioni nei casi non interessati da varianti urbanistiche, deroghe o cambi di destinazione d’uso comportanti maggior valore rispetto alla destinazione originaria.
Con il chiaro intento di favorire il più possibile il recupero degli immobili esistenti a discapito del consumo di nuovo territorio, il Consiglio Comunale ha aumentato fortemente lo sconto, che arriva all'80% per intervento nei nuclei di antica formazione (centri storici).

 
Nel dettaglio, ecco lo schema riassuntivo degli interventi agevolati con le relative percentuali di sconto.
 
AGEVOLAZIONI
Intervento Riduzione
Minima (*) Applicata (**)

Ristrutturazione con parziale o totale demolizione e ricostruzione nel rispetto della volumetria preesistente
 
20% 50%
Ristrutturazione di tipo conservativo (non comportanti parziale o totale demolizione e ricostruzione nel rispetto della volumetria esistente) e ricompresi nel tessuto di antica formazione
 
20% 80%
Ristrutturazione di tipo conservativo (non comportanti parziale o totale demolizione e ricostruzione nel rispetto della volumetria esistente) al di fuori del tessuto di antica formazione
 
20% 20%
 
(*) riduzione minima prevista dalla legge
(**) riduzione stabilita dall'amministrazione comunale


Condizioni per ottenere e conservare l'agevolazione:
  1. interventi che riguardino immobili non interessati da varianti urbanistiche, deroghe o cambi di destinazione d’uso comportanti maggior valore rispetto alla destinazione originaria;
  2. interventi assentiti e conformi agli strumenti urbanistici comunali;
  3. presentazione autocertificazione del proprietario circa il fatto che trattasi di immobile dismesso o in via di dismissione ovvero di documento comprovante tale condizione;
  4. il diritto alla agevolazione di perde nel caso gli interventi di densificazione edilizia per la ristrutturazione, recupero e riuso degli edifici dismessi non rispettino le prescrizioni dei rispettivi titoli abilitativi.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Delibera di Consiglio Comunale 38-2016.pdf 485.98 KB

Categorie Evidenza

Facebook Google+ Twitter